rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca Trofarello / Via Armando Diaz

Si sente male dopo avere trovato svaligiata la casa della suocera appena morta: salvata con un intervento record alle Molinette

Era in condizioni disperate per cinque aneurismi cerebrali, ma tra qualche giorno tornerà a casa

Si era sentita male dopo avere trovato svaligiata la casa della suocera appena morta, dopo che i ladri avevano colpito durante il funerale. La vicenda accaduta lo scorso 30 novembre 2021 in via Diaz a Trofarello, però, si è conclusa con un lieto fine che ha qualcosa di miracoloso. Protagonista, suo malgrado, è stata una 55enne di Leverano, in provincia di Lecce, che era arrivata col marito qualche giorno prima proprio in seguito al decesso della suocera. I medici dell'ospedale Molinette di Torino, dove era stata trasportata dopo il malore, sono riusciti a salvarla con un un intervento record durante cui le sono stati rimossi ben cinque aneurismi cerebrali.

L'operazione è stata eseguita con tecnica mini-invasiva dal dottor Riccardo Russo assistito dal dottor Stefano Molinero. Entrambi fanno parte dell'équipe del primario di neuroradiologia interventistica Mauro Bergui. Seguita dal neurologo Paolo Cerrato, la paziente, che era arrivata in stato di coma e in condizioni che definire disperate era quasi un eufemismo, è stata dimessa a metà dicembre ma si trova ancora a Trofarello dove è seguita a casa. Probabilmente entro fine gennaio 2022 potrà tornare nella sua Puglia e riprendere la sua vita normale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si sente male dopo avere trovato svaligiata la casa della suocera appena morta: salvata con un intervento record alle Molinette

TorinoToday è in caricamento