Cronaca

Terra Madre e Salone del Gusto, da lunedì inizia “l’occupazione” del Valentino

Definiti gli spazi con la concessione del suolo pubblico per accogliere il grande evento di fine settembre

Immagine di repertorio

Ventottomila metri quadrati di esposizione all’aria aperta. Il Salone del Gusto torna tra meno di un mese, dal 22 al 26 settembre, con una formula totalmente nuova che rende più solido il legame tra salone e città. Ne saranno investiti i luoghi più rappresentativi dell’immagine di Torino nel mondo, sedi degli stand gastronomici e delle esposizioni, immersi nei profumi e nei colori portati a Torino dai presidi Slow Food e dai delegati di Terra Madre, che sfileranno il 23 settembre in centro.

La Giunta Appendino ha approvato la delibera che concede la gratuità del suolo pubblico agli organizzatori, definisce spazi pubblici e tempi di occupazione, il percorso della sfilata di Terra Madre e determina la concessione degli stand di Torino Esposizioni.

Il Parco del Valentino sarà occupato dal 29 agosto al 7 ottobre per permettere la collocazione, soltanto sui viali asfaltati, di spazi espositivi e servizi. L’area è riservata a produttori diretti, istituzioni e sponsor. Insieme al Parco, vengono concessi i padiglioni 2, 2b e 3 di Torino Esposizioni, oltre al Padiglione 5 se non ci saranno impedimenti relativi al suo eventuale utilizzo per i servizi elettorali (referendum costituzionale).

Piazza Castello, via Roma (area pedonalizzata), piazza San Carlo, piazza Cln, piazzale Valdo Fusi, via Po (dal n. 29 al n. 37): l’occupazione durerà 18 giorni, dal 12 al 30 settembre. In piazza San Carlo, via Roma e piazzale Fusi (dove i lavori inizieranno l’8 settembre) saranno presenti i produttori, con attività di vendita. In piazza Castello troveranno spazio sponsor e istituzioni. Via Po sarà dedicata al gelato di qualità. Murazzi del Po: qui saranno allestite le cucine di strada con pagode, sempre dal 12 al 30 settembre.

Marcia di Terra Madre. Il 23 settembre a partire dalle 19 seguirà il seguente percorso: Arco di corso Vittorio Emanuele II (sul limitare del Parco), corso Cairoli, piazza Vittorio, via Po, via Accademia delle Scienze, via Battisti, piazza Carlo Alberto. Dopo un saluto tra produttori, la cerimonia si chiuderà alle 22.

Altre attività, come i percorsi di degustazione, conferenze, attività educative per ragazzi e per adulti si terranno in varie altre sedi: Eataly di via Nizza, Circolo dei Lettori, Palazzo Reale, Casa d Aste Bolaffi, Teatro Carignano, Rettorati di via Verdi, aule didattiche di Torino Esposizioni e Castello del Valentino.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terra Madre e Salone del Gusto, da lunedì inizia “l’occupazione” del Valentino

TorinoToday è in caricamento