Chieri: lasciato dalla moglie, si arrampica su una gru e minaccia di darsi fuoco

Convinto a scendere dai carabinieri. La consorte gli ha anche portato via il figlio

Si è arrampicato su una gru in un cantiere, a una decina di metri di altezza, portando con sé una tanica di benzina e minacciando di darsi fuoco e di gettarsi nel vuoto.

Protagonista del gesto, avvenuto a Chieri nella notte, in via Polesine, e durato alcune ore finché i carabinieri non lo hanno convinto a desistere, un italiano di 39 anni residente nelle vicinanze.

Il giorno prima la moglie lo aveva lasciato portando con sé il figlio di due anni e lo aveva querelato per maltrattamenti. Lui aveva paura di non vedere più il bambino e ha deciso di mettere in scena il gesto dimostrativo.

La situazione familiare è ora al vaglio degli investigatori.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Shopping, 3 tonnellate di vestiti in vendita "al chilo": l'evento per due giorni a Torino

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Paura al campo di calcio: bambino di 8 anni si accascia al suolo mentre gioca la partita

  • Marito e moglie investiti da un'auto mentre attraversano la strada

Torna su
TorinoToday è in caricamento