Scappano dal ristorante senza pagare e lasciano un biglietto razzista: tre (su sette) saldano il conto

Ma non hanno chiesto scusa

Il biglietto razzista e offensivo lasciato dai ragazzi al ristorante

Tre dei sette giovani che la sera di martedì 25 agosto 2020 erano scappati senza pagare il conto si sono presentati ieri, giovedì 27, al ristorante Majide di via San Maurizio a Cirié saldando l'intero debito di 180 euro.

Si tratta di persone residenti nella zona, che però non si sono scusati per il biglietto razzista con cui hanno insultato i proprietari dell'attività. Si sono presentati anche ai carabinieri, dove il ristoratore aveva presentato denuncia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In sei (i tre che hanno pagato e altri tre rintracciati dopo, di età compresa tra 17 e 19 anni) sono stati comunque denunciati per insolvenza fraudolenta e odio razziale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autoparco comunale, Palazzo Civico vende 127 veicoli mediante asta pubblica: l’elenco 

  • Terribile tragedia nella notte: uccide il figlio di 11 anni a colpi di pistola e poi si spara

  • Apre il nuovo centro commerciale: previsti un centinaio di posti di lavoro

  • Prodotti tipici, feste di via e festival: cosa fare a Torino sabato 26 e domenica 27 settembre

  • Elezioni comunali 2020 a Moncalieri: Montagna trionfa al primo turno

  • Incidente mortale in città: a perdere la vita uno scooterista di 30 anni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento