menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scambiano la sacca durante la donazione di plasma, rischia di morire

La vicenda è avvenuta ad aprile, ma è stata resa nota solo oggi. Un uomo ha rischiato di morire perché i medici avevano sbagliato la sacca durante la donazione di plasma

Rischiare di morire per una banalissima svista. In ospedale, per di più. L'ennesimo caso di malasanità arriva dall'ospedale Sant'Anna di Torino, dove un uomo di 45 anni ha rischiato di morire per una donazione di plasma, durante la quale gli è stata iniettata, per errore, una flebo di acqua distillata al posto di quella di soluzione fisiolofica idrosalina.

Il caso risale allo scorso aprile, ma è stato resa nota soltanto oggi. L'uomo, dopo l'errore, aveva riportato un'emolisi, cioè la distruzione dei globuli rossi, ed era stato salvato all'ospedale Molinette.

Sulla vicenda, dopo una querela della vittima, è stata aperta un'inchiesta. Per l'ipotesi di lesioni colpose, il pm Raffaele Guariniello ha indagato il medico che ha posizionato la sacca. I carabinieri del Nas, inviati nel centro trasfusioni dell'ospedale Sant'Anna, hanno inoltre scoperto che tra le sacche di soluzione idrosalina erano presenti sacche di acqua distillata: materiale che non avrebbe dovuto esserci, e per di più con un'etichetta del tutto simile alle altre.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento