Cronaca

Omicidio con motosega, romeno condannato a 24 anni

La Corte d'Assise di Torino ha inflitto la pena ad un 33enne accusato di aver partecipato alla spedizione punitiva in campo nomadi durante la quale morì accoltellato un connazionale

La Corte di Assise di Torino ha condannato a 24 anni di reclusione M. A., 33enne romeno, accusato di aver preso parte ad una spedizione punitiva nel dicembre 2008 durante la quale un suo connazionale di 32 anni, dopo esser stato minacciato con una motosega, venne ucciso a coltellate. L’episodio ebbe luogo in un campo nomadi di Torino ed altri due ragazzi romeni rimasero feriti nella colluttazione.


Per il ragazzo in questione il pm Livia Locci aveva chiesto l'ergastolo, pena alla quale, in un altro procedimento, è stato condannato dopo due gradi di giudizio l’autore materiale dell'omicidio. Si tratta di V. A.,  55enne anche lui romeno. A stabilire l’entità delle pene, la ricostruzione dei fatti eseguita dall'accusa: fu solamente V. A. ad uccidere a coltellate il suo connazionale, mentre M. A. lo aveva in precedenza minacciato con una motosega.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio con motosega, romeno condannato a 24 anni

TorinoToday è in caricamento