Nullatenenti con conti correnti a cinque zeri, ma i giudici li restituiscono

Negata la confisca

immagine di repertorio

Nullatenenti per il fisco e per il Comune, che concedeva loro aiuti, ma clienti di prim'ordine per le banche, visto che avevano conti correnti almeno a cinque zeri. Conti che sono stati loro sequestrati su iniziativa della procura, intervenuta dopo una segnalazione di magistrati della Croazia, in quanto il denaro che vi è custodito sarebbe derivante da attività illecite ma che da ieri, martedì 12 dicembre 2017, hanno invece potuto ampiamente riavere grazie ai magistrati della sezione misure di prevenzione del tribunale, secondo cui "non sono socialmente pericolosi".

Il provvedimento aveva riguardato 22 conti correnti di proprietà di 16 rom bosniaci residenti in città, alcuni in case pubbliche Atc e altri nei campi nomadi, per un ammontare complessivo di tre milioni di euro. Quasi tutti sono iscritti all'albo nazionale dei gestori ambientali, ossia dei raccoglitori di rottami metallici.

Per tutti la procura aveva formulato richiesta di confisca del patrimonio, ma soltanto per due di loro questa è stata accolta. Per altri tre la pratica è stata girata al tribunale di Genova, ritenuto competente territoriamente. Per i restanti 11 la richiesta è stata invece respinta e tutti hanno potuto tornare in possesso dei loro conti correnti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I giudici, contestualmente alla decisione di restituire loro i conti, hanno trasmesso la loro ordinanza al Comune affinché valuti le posizioni delle persone che hanno ottenuto case popolari e sussidi sostenendo di essere in condizioni di indigenza (cosa non giustificata, visto l'ammontare dei conti correnti che, tra l'altro, vengono alimentati sempre in contanti).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Guerriglia in centro a Torino. Vetrine sfasciate, lanci di bottiglie e bombe carta. Gli agenti rispondono con cariche

  • Coronavirus in Piemonte: il bollettino di lunedì 26 ottobre 2020. Boom di ricoveri, ma indice contagio scende

  • Coronavirus in Piemonte: il bollettino di domenica 25 ottobre 2020. Tasso di contagio al 18%

  • Domani sera a Torino due manifestazioni contro le limitazioni sul coronavirus

  • Bar e ristoranti chiusi dalle 18 ma aperti nel weekend. "Rischio di stop definitivo"

  • Scoperta una casa di appuntamento a Torino: al momento del blitz c'erano sette ragazze

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento