Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Falchera / Via Germagnano

Terra dei Fuochi in via Germagnano, tour de force dei pompieri per l'ennesimo rogo

L’ennesimo falò davanti agli uffici Amiat, che ha coinvolto un grosso quantitativo di pneumatici, è stato immortalato da un cittadino di passaggio

Tonnellate di rifiuti sparse attorno al campo nomadi e la necessità di una bonifica. Una realtà allo sbando evidenziata nelle scorse ore dopo l’ennesimo incendio doloso. Questa volta ad un grosso quantitativo di pneumatici. Nella foto scattata da un passante si vede la colonna di fumo che si alza al cielo e il provvidenziale intervento dei vigili del fuoco che pur numericamente all’osso continuano a presidiare la zona evitando possibili stragi.

“Volevo evidenziare quello che succede in questa via di Torino – racconta Alberto, l’autore delle foto -. Per strada quasi non si respirava, poi sono intervenuti i pompieri. Ma dove sono le istituzioni? Perché questa gente continua a bruciare?”. Rabbia anche da parte del comitato spontaneo di zona Rebaudengo. Nemmeno il presidio fisso dei vigili ha migliorato la situazione. “Apparentemente le cose vanno meglio ma sui roghi siamo da punto a capo” accusa un residente.

Attraversando in auto lo stradone che conduce all’Amiat ci si può imbattere in topi e in montagne di rifiuti. Impossibile abbassare il finestrino a causa dei cattivi odori. E pochi nell’accampamento irregolare sembrano volersi mettere in riga. L’inferriata che divide il campo con il canile, tanto per fare un esempio, è ancora in piedi anche se il cancello preso ripetutamente a calci e a pugni da l’idea di quale aria tiri da quelle parti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terra dei Fuochi in via Germagnano, tour de force dei pompieri per l'ennesimo rogo

TorinoToday è in caricamento