menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un robot per gli interventi chirurgici, il Da Vinci approda in sala operatoria

Il robot permette di ridurre i tempi operatori e post-operatori, limitando la perdita di sangue e riducendo al minimo il fabbisogno trasfusionale. E' guidato dal chirurgo tramite una consolle

E' fornito di quattro braccia robotiche in grado di eseguire interventi chirurgici millimetrici il robot Leonardo Da Vinci presentato alla clinica Santa Caterina da Siena di Torino. Si tratta di una nuova tecnica robotica di ultima generazione, sperimentata nella realtà ospedaliera, in omaggio al celebre Leonardo da Vici che progettò il primo automa della storia.

Le estremità del dispositivo, in grado di eseguire interventi chirurgici di precisione, sono guidate dal medico tramite una consolle, mentre una micorocamera montata su un endoscopio fornisce immagini 3D degli organi interni del paziente. Il sistema, basato anche sul controllo intuitivo dei movimenti, permette di superare i limiti delle tecnologie chirurgiche convenzionali, avendo anche sempre a disposizione tutti i dati del paziente.

Il robot da Vinci consente di effettuare operazioni con una precisione senza precedenti, limitando la perdita di sangue e riducendo al minimo il fabbisogno trasfusionale. Quanto al paziente, questa nuova tecnologia permette du ridurre i tempi operatori e post-operatori che in molti casi vengono dimezzati rispetto alle procedure tradizionali. Con il nuovo robot l'approccio mini-invasivo può essere adattato a numerose procedure chirurgiche delle diverse specialità.

Il sistema viene utilizzato in particolare in Urologia (67% dell'attività), seguita da Chirurgia Generale (16%), Ginecologia (10%), Otorinolaringoiatria (4%), Cardiochirurgia e Chirurgia Toracica (3%).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento