menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La mano del poliziotto ferita nella foto che ha postato su Facebook

La mano del poliziotto ferita nella foto che ha postato su Facebook

Rivolte a raffica al centro espulsioni: ferito un poliziotto, tre arrestati. "Erano 158 contro sei"

Lo sfogo sui social

Giorni di rivolte, di incendi e di feriti al Centro di permanenza e rimpatrio (Cpr) di via Santa Maria Mazzarello quelli tra fine agosto e inizio settembre 2019.

Nel corso dell'ultima, avvenuta nel pomeriggio di domenica 1, un poliziotto ha riportato la frattura di due falangi con una prognosi di trenta giorni e tre immigrati in attesa di rimpatrio, due marocchini e un tunisino di 24, 31 e 33 anni, sono stati arrestati per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

"Per un po' non voglio sentire parlare di comprensione e integrazione - ha raccontato l'agente su Facebook -. Con cinque carabinieri mi sono trovato a fronteggiare 158 persone, sotto un lancio di sassi pericolosissimo durato un tempo interminabile. In questi centri, ad ogni turno, si sfiora la tragedia e prima o poi qualcuno si farà male sul serio. Sono polveriere sempre pronte ad esplodere".

Solidarietà all'agente è arrivata dal ministro dell'interno Matteo Salvini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento