Cronaca

Svaligia le case dove lavora e poi ricatta le vittime, imbianchino finisce in prigione

L'uomo, un 37enne residente a Torino, è stato condotto in carcere con l'accusa di estorsione

Un imbianchino col vizio del furto, quello arrestato dai carabinieri di Rivoli e a cui è stata notificata un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip di Torino.

La sua strategia era grossomodo la seguente: l’uomo – tale Adriatik Zotaj, 37 anni e residente a Torino – prima si presentava in casa delle persone come lavoratore ed imbiancava loro i muri, dopodiché svaligiava le case e, infine, si ripresentava dalle vittime in veste di intermediario dicendo loro che sarebbe riuscito a recuperare il maltolto. Nello specifico, lo straniero aveva preteso da due donne rispettivamente 500 e 100 euro per restituire parte delle refurtive trafugate dalle loro abitazioni il 12 marzo e il 7 aprile 2015.

Al termine dell’indagine, condita dall’arresto del 37enne, il giudice – su richiesta della Procura della Repubblica – ha emesso nei confronti dell'uomo il provvedimento per il reato di estorsione. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Svaligia le case dove lavora e poi ricatta le vittime, imbianchino finisce in prigione

TorinoToday è in caricamento