Cronaca

Rivarolo Canavese, cadavere ritrovato in una pozza di sangue con la gola tagliata

La vittima è un 64enne con precedenti penali. I carabinieri lo hanno rinvenuto vicino a un canale. Non si esclude la pista dell'omicidio

Il cadavere di un uomo è stato ritrovato questa mattina dai carabinieri a Rivarolo Canavese, in provincia di Torino.

La vittima è Pierpaolo Pomatto, 64enne di Feletto, con precedenti per truffa, estorsione e furto.  In passato fu processato, e assolto, anche per i suoi presunti legami con le Brigate Rosse.

Il ritrovamento è avvenuto intorno alle 11 nei pressi di un canale, nella frazione Vesignano. L’uomo è stato rinvenuto faccia a terra e immerso in una pozza di sangue. Aveva un vistoso taglio sulla gola, provocato probabilmente da un coltello.

Il dottor Ruggero Crupi, della Procura di Ivrea, si sta recando in questi momenti sul luogo del ritrovamento, mentre sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Ivrea e del nucleo investigativo del comando provinciale di Torino. Non si esclude l'ipotesi dell'omicidio.

Da un primo esame medico legale, il corpo presenterebbe una profonda ferita da taglio sul collo. Attorno all'uomo sono state trovate alcune banconote: i militari dell'Arma sono al lavoro per stabilire se siano vere o meno e - ovviamente - anche la loro provenienza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rivarolo Canavese, cadavere ritrovato in una pozza di sangue con la gola tagliata

TorinoToday è in caricamento