Scompare nella Dora dopo lite, recuperato il corpo del parcheggiatore abusivo

L'uomo era caduto nel fiume dopo una lite con un connazionale. Per il delitto è stato fermato un parcheggiatore abusivo. Si attende l'autopsia del cadavere

Il cadavere di un uomo è stato ripescato nelle acque della Dora Riparia nel primo pomeriggio di oggi dai Vigili del Fuoco. Secondo le prime ipotesi potrebbe trattarsi di El Moustafa Errazzi, il parcheggiatore abusivo marocchino che, qualche settimana fa, dopo una lite con un connazionale nei pressi del ponte di via Bologna, era caduto nel fiume.

All'interno di una tasca dei pantaloni è stato, infatti, trovato il suo documento. I carabinieri che stanno indagando sull'accaduto, aspetteranno, tuttavia, di comparare le impronte del corpo ritrovato con quelle dell'uomo. Per il delitto è stato arrestato negli scorsi giorni un altro parcheggiatore abusivo marocchino, Rachid El Mayyani.

I Carabinieri sono giunti sulle sue tracce dopo le segnalazioni di alcuni passanti i quali hanno dichiarato di aver visto i due litigare animatamente nei pressi del luogo dell'incidente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

Torna su
TorinoToday è in caricamento