Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Inchiostro per tatuaggi cancerogeno: scoperto in Piemonte e ritirato in tutta Italia

Le analisi hanno rilevato che all'interno dell'inchiostro erano presenti sostanze altamente cancerogene oltre i limiti previsti dalla legge. Solo pochi mesi fa era stata vietata l'importazione di un altro prodotto pericoloso per tatuaggi

Stop alla vendita di "Bumble Bee", l'inchiostro giallo per tatuaggi, per la presenza, al suo interno di sostanze altamente cancerogene.  A determinarne il ritiro da parte del ministero della Salute, alcune indagini eseguite in Piemonte, dai tecnici dell'Arpa.

La tintura, utilizzata per la colorazione gialla nei tatuaggi, è prodotta dall'azienda USA American Eternal Ink e, secondo le analisi, contiene ammine aromatiche, sostanze altamente tossiche e cancerogene.

L'articolo sospetto è stato prelevato presso un tatuatore da parte del personale Asl di Torino e sottoposto ai necessari accertamenti che hanno confermato la presenza della sostanza tossica oltre limiti consentiti dalla legge, 119 milligrammi per chilo. A seguito delle analisi il mistero della Salute ha sottoposto il prodotto al divieto di commercializzazione, ritiro e richiamo su tutto il territorio nazionale.

Non è la prima volta che il mondo dei tatuaggi subisce dei duri colpi da parte delle istituzioni, sempre per la presenza, all'interno dei coloranti, di sostanze pericolose per la salute umana. Solo lo scorso 31 luglio è stata vietata l'importazione di un prodotto tedesco che consentiva la cancellazione dei tatuaggi indesiderati. Il prodotto, denominato Skinial, era stato, infatti, oggetto di un'inchiesta del pm Raffaele Guariniello dopo la denuncia di un paziente che, dopo il trattamento, aveva riscontrato lesioni di diversa natura sulla pelle.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiostro per tatuaggi cancerogeno: scoperto in Piemonte e ritirato in tutta Italia

TorinoToday è in caricamento