menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I lavoratori della Comital davanti ai cancelli dell'azienda

I lavoratori della Comital davanti ai cancelli dell'azienda

Volpiano, la Comital ritira i 140 licenziamenti

Verranno chiesti 12 mesi di cassa integrazione straordinaria

Scongiurati i licenziamenti alla Comital di Volpiano. L'azienda ha infatti  annunciato che chiederà il concordato al Tribunale di Ivrea, in alternativa alla liquidazione. A renderlo noto la Fiom dopo l'incontro in Regione in presenza dell'assessore al Lavoro Gianna Pentenero. Non ci saranno quindi più i 140 licenziamenti annunciati nello stabilimento alle porte di Torino, ma dodici mesi di cassa integrazione straordinaria per crisi, richiesta che verrà inoltrata oggi, martedì 21 novembre, al ministero.

Svolta positiva per i lavoratori

“Dopo una lunga e complicata trattativa – ha dichiarato Pentenero –, che la Regione ha seguito sin dall’inizio con grande attenzione, oggi finalmente, grazie all’impegno di tutte le parti, assistiamo a una svolta positiva che mi auguro possa consentire di salvaguardare l’occupazione e una realtà produttiva importante del nostro territorio. La Regione Piemonte continuerà naturalmente a seguire l’evolvere della situazione - conclude l'assessore - e a mettere in campo tutti gli strumenti per assicurarne l’esito positivo”.

"La determinazione dei lavoratori - commentano Federico Bellono, segretario della Fiom di Torino, e Julia Vermena, responsabile per la Fiom della Comital - ha consentito di conseguire un risultato importante, scongiurando al momento i licenziamenti, allo scopo di vendere l'attività. Quindi inizia oggi una fase altrettanto delicata e decisiva, in cui concretizzare le manifestazioni di interesse da più parti sono venuti per dare una prospettiva allo stabilimento di Volpiano e ai lavoratori".


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento