menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Baracche bruciate e nuovi senzatetto: la realtà di corso Regio Parco

Ancora niente da fare per il restyling del trincerone ferroviario che da corso Novara tocca via Sempione e via Gottardo. Tante le perplessità del quartiere e dell'amministrazione

L’avvio della riqualificazione tra Barriera di Milano e Regio Parco non ha spento i dubbi della circoscrizione Sei.

I  disperati, infatti, continuano a vivere nell’ex scalo Vanchiglia. Un giro a piedi è sufficiente per farsi un'idea. Camminando su un improvvisato marciapiede si possono scorgere delle tende e delle catapecchie che sembrano stare in piedi per miracolo. Dentro c'è vita. Ci sono  uomini e donne che stanno vivendo una crisi senza precedenti, persone che non hanno avuto altra scelta.

Eppure i lavori erano partiti. Attraverso la pulizia e la parziale bonifica del canale.   “Rispetto ad anni fa le cose vanno senz'altro meglio – racconta un passante -. Però da qui a parlare di riqualificazione ci passa una vita".

Dello stesso avviso anche la circoscrizione che parla di tempi incerti e di cantieri ancora da decidere. "Sono state fatte delle maxi pulizie - spiega la presidente Nadia Conticelli -. Gli operai scendono nel canale due volte all'anno. Quel che basta per rimettere tutto in ordine". Il problema vero, oltre che dai disperati, è rappresentato dagli incivili. "Quelli non mancano mai" commenta amaro un cittadino

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento