Torino, ristoratore fa arrestare il suo estorsore: l’uomo lo minacciava di morte e di danneggiare il locale

1.800 euro consegnati da gennaio a ottobre

Immagine di repertorio

Un ristoratore torinese, dopo le pressanti e continue richieste di denaro da parte di un 32enne, si è rivolto a una pattuglia di carabinieri impegnata in un posto di controllo nel quartiere Lingotto.

Le indagini sono scaturite dalla denuncia della vittima e hanno portato all’arresto del suo estorsore. Martedì 10 novembre i Carabinieri della Compagnia Torino Mirafiori, coordinati dalla Procura della Repubblica di Torino, hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un albanese di 32 anni, abitante in Torino, ritenuto responsabile di estorsione continuata ai danni del ristoratore. In particolare, l’uomo è stato arrestato perché ritenuto responsabile di 6 episodi delittuosi distinti, che gli hanno fruttato in tutto 1.800 euro.

Un’escalation di intimidazioni e minacce di morte

Dopo i primi accertamenti, l’indagine dei militari è cresciuta consentendo di sviluppare un quadro più ampio e delineando non solo i contorni della vicenda raccontata dall’uomo, ma anche e soprattutto l’escalation di intimidazioni finalizzate a ottenere continue consegne di somme di denaro tra i 200 e i 400 euro, avvenute tra gennaio e ottobre di quest’anno, mediante reiterate minacce di morte o di danneggiamento del locale.  
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte verso la 'zona arancione'. Spostamenti, negozi, scuole: cosa cambia

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Maestra d'asilo licenziata per un video hard mandato su Whatsapp al fidanzato: tutta la storia

  • Green Pea apre a Torino, creati 200 posti di lavoro: cosa c'è dentro la nuova struttura avveniristica

  • Il primario della rianimazione di Rivoli è positivo al covid: aveva invitato i negazionisti "a farsi un tour in reparto"

  • Rivoli, il videogioco usato per adescare i bambini e invogliarli a farsi foto e video nudi

Torna su
TorinoToday è in caricamento