menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il campo da calcio a 11 all'interno del Comitato Pellerina 2000, teatro della rissa di venerdì scorso

Il campo da calcio a 11 all'interno del Comitato Pellerina 2000, teatro della rissa di venerdì scorso

Rissa al campo della Pellerina, giocatore colpito dagli avversari finisce in ospedale 

Brutto episodio nel match amatoriale UISP tra Santa Rosalia e Carlo Alberto. Il racconto di un compagno: "Una caccia all'uomo, sembravano belve impazzite"

Le risse e i fatti spiacevoli sui campi da calcio amatoriali sono, purtroppo, sempre più frequenti e anche l’ultimo episodio - avvenuto lo scorso venerdì - ne costituisce una prova.

Ci troviamo al centro sportivo “Pellerina 2000” di corso Appio Claudio, dove è in programma l’incontro del campionato UISP Torino tra Santa Rosalia e Carlo Alberto. La gara, iniziata alle ore 21, inizialmente scorre via in modo regolare quando, nel secondo tempo, un giocatore del Santa Rosalia sferra un pugno - pare a gioco fermo - a un avversario e viene espulso. 

Tuttavia il peggio avviene subito dopo, allorché il giocatore colpito reagisce e, sfilatosi una scarpa, la scaglia contro l’autore del fallo. “Da quel momento - così racconta un tesserato del Carlo Alberto - tutta la squadra del Santa Rosalia, compresi panchinari e dirigenti a bordo campo, come belve impazzite si lanciano all'inseguimento del nostro compagno cercando di prenderlo in ogni modo, anche con scivolate, calci e pugni”. A quel punto i compagni cercano di difendere il malcapitato, il quale viene tuttavia messo all’angolo e raggiunto dagli avversari: “Hanno utilizzato anche le bandierine del calcio d’angolo”, continua il racconto il tesserato. Placatasi la rissa, la terna arbitrale espelle due giocatori del Carlo Alberto e tre del Santa Rosalia ma decide di riprendere ugualmente la partita, mentre per il giocatore del Carlo Alberto prima colpito e successivamente inseguito dagli avversari si rende necessario il trasporto in ospedale. 

Al termine del match, dopo il rapporto di gara consegnato dall’arbitro, sia la Lega Calcio UISP che il comitato di Torino UISP decidono per la convocazione della commissione disciplinare, la quale prenderà i dovuti provvedimenti sulla base delle responsabilità dei tesserati. Previste pesanti sanzioni, che possono andare da una significativa penalizzazione in classifica fino all’esclusione di un club dal campionato. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento