Cronaca

Gazzarra alla sagra paesana di Lombardore con i volontari di protezione civile ubriachi: "Inaccettabile, vanno espulsi"

Dura presa di posizione di sindaco e coordinamento provinciale

Immagine di repertorio

Gazzarra con insulti e botte al termine della prima edizione della Sagra della Salsiccia, manifestazione che anticipa la prossima festa patronale di Sant'Agapito a Lombardore. Dopo la mezzanotte tra sabato 17 e domenica 18 luglio 2021 alcuni volontari della protezione civile cittadina, visibilmente ubriachi, si sono lanciati sulla pista da ballo, creando malumori tra i partecipanti che fino a quel momento stavano portando a un buon risultato. Per riportare la situazione alla calma è stato necessario l'intervento degli agenti della polizia locale e poi anche dei carabinieri, che hanno sedato la lite tra uno dei volontari e il fidanzato di sua figlia. Quest'ultimo sarebbe anche caduto da un balcone fratturandosi una gamba e finendo all'ospedale. Dopo l'arrivo delle forze dell'ordine, alcuni dei volontari hanno indossato le divise della protezione civile al contrario per protesta.

Il sindaco di Lombardore, Rocco Barbetta, definisce "gravissimo" il comportamento dei volontari alla sagra e annuncia tutti i provvedimenti del caso una volta che riceverà le relazioni delle forze dell'ordine. Durissimaè anche la presa di posizione del Coordinamento del volontariato di protezione civile di Torino, a cui appartiene il gruppo lombardorese. "Considerato - scrive il presidente Leonardo Capuano - che lo spiacevole episodio sta destando clamore sui mezzi di informazione, discreditando tutti i volontari di protezione civile, nonostante gli anni di costante impegno al servizio della comunità, soprattutto in questo difficile periodo di pandemia. Qualunque sia stato il fattore scatenante che abbia indotto tale comportamento, che in ogni caso non può essere giustificato, tale condotta prevede l’immediata espulsione dell’associata facente parte del coordinamento territoriale di Torino. Pertanto, sospendiamo in modo temporaneo, il gruppo comunale di protezione civile dal coordinamento di Torino, in attesa che l’amministrazione del Comune di Lombardore ci comunichi, in modo ufficiale, l’allontanamento definitivo dei volontari che hanno provocato questo sgradevole fatto. Qualora non si provvedesse all’immediata espulsione dei volontari coinvolti nell’accaduto saremmo costretti, nostro malgrado, a dover procedere alla cancellazione del gruppo dal coordinamento".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gazzarra alla sagra paesana di Lombardore con i volontari di protezione civile ubriachi: "Inaccettabile, vanno espulsi"

TorinoToday è in caricamento