Cronaca

Tentata estorsione: minaccia il padre, la sorella e il cognato con un coltello

Un 21enne egiziano, arma in pugno, voleva convincere i parenti a cedere le proprie quote societarie

Poteva finire in modo peggiore, ma gli agenti della squadra volante sono intervenuti tempestivamente presso il minimarket di Porta Palazzo dove un 21enne egiziano è entrato con un coltello.

Il ragazzo, arma in pugno, ha minacciato di morte il padre, la sorella ed il cognato per convincerli a cedere le proprie quote societarie a lui, alla madre e ad un terzo fratello, tutti presenti nel negozio.

Non pago, ha aperto il registratore di cassa prelevando alcune banconote. Alla reazione del cognato i due sono venuti alle mani e il 21enne l’ha ferito lievemente al gomito.

Gli agenti sono riusciti a rendere inoffensivo il giovane neutralizzando il tentativo di resistenza. Il responsabile del gesto è stato tratto in arresto per tentata estorsione e resistenza a pubblico ufficiale.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentata estorsione: minaccia il padre, la sorella e il cognato con un coltello

TorinoToday è in caricamento