menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Strage Erasmus Spagna, l’assicurazione offre 52mila euro alla famiglia Saracino

La vita della figlia Serena varrebbe 70mila euro, ma la cifra viene decurtata perché la giovane non aveva la cintura di sicurezza

L’ammontare del danno morale è stato quantificato economicamente. Così ha fatto l’assicurazione che ha offerto 52.500 euro alla famiglia Saracino per la perdita della figlia morta, insieme ad altri studenti, nello schianto del pullman a Freginals, mentre tornava da Valencia a Barcellona lo scorso 20 marzo. 

A riportare la notizia è il quotidiano La Stampa. La cifra sarebbe 70mila euro, ma va decurtata del 25% perché la vittima, come le altre, non indossava la cintura di sicurezza. Una sorta di concorso di colpa ancora da dimostrare: fino ad oggi non ci sarebbe alcuna prova di un comportamento imprudente da parte delle vittime. 

Le famiglie delle ragazze si sono rivolte ai rispettivi avvocati che lavorano tutti insieme. L’assicurazione, da parte sua, ha deciso di portare questa posizione in giudizio prima ancora che l’inchiesta abbia accertato come sono andate le cose. Non c’è nessuna prova che le ragazze non indossassero la cintura e gli esperti avevano già detto che, per la dinamica dello schianto, non sarebbero servite. 

I familiari delle vittime avevano già deciso, in ogni caso, di destinare in beneficenza le cifre proposte. I genitori, come già annunciato, daranno vita ad un’associazione che sarà fondata ufficialmente il 22 luglio. Si chiamerà “Genitori Generazione Erasmus 20 Marzo 2016 - Uniti perché non accada mai più”. L’acronimo inglese diventa PEG, Parents of Erasmus Generation. 

La finalità: lavorare perché gli studenti e le famiglie che fanno questa scelta di crescita culturale possano godere della massima sicurezza in tutte le tappe dei loro spostamenti.  
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Telepass Store, a Torino aperto il secondo punto vendita in Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento