Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca

Fiat: impiegato di Mirafiori riceverà un risarcimento di 2.500 euro

Per la quarta volta un giudice ha dato ragione a Pino Capozzi, l'impiegato degli Enti Centrali di Mirafiori licenziato dalla Fiat per un'email inviata alla vigilia del referendum

Dopo il reintegro in azienda Pino Capozzi, l'impiegato licenziato dalla Fiat perché aveva inviato una e-mail dal computer aziendale agli operai di Pomigliano alla vigilia del referendum, riceverà un risarcimento di oltre 2.500 euro. Inoltre la Fiat dovrà versare i contributi per i cinque mesi in cui Capozzi è stato fuori dalla fabbrica. Lo ha stabilito il giudice.


Quella del risarcimento è la quarta "vittoria" della Fiom. In passata aveva già vinto la causa per attività antisindacale, poi l'opposizione in tribunale e infine in corte d'appello. "Il gruppo Fiat - commenta l'avvocato Elena Poli, legale della Fiom - deve prendere atto che nel nostro ordinamento sono illegittimi gli atti ritorsivi per attività antisindacale, deve arrendersi a questa dura realtà". (Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiat: impiegato di Mirafiori riceverà un risarcimento di 2.500 euro

TorinoToday è in caricamento