Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Nichelino

Insulta il civich per una multa, ma risarcisce il danno al canile

Il reo ha chiesto il patteggiamento offrendo un congruo risarcimento ai civich che, accettata la somma, hanno tuttavia chiesto che fosse devoluta al canile di Chieri

Denunciato per oltraggio a pubblico ufficiale, ha chiesto il patteggiamento della pena e ha devoluto il proprio risarcimento a un'associazione animalista.

Protagonista della vicenda M.M., operaio di Torino di 51 anni, responsabile di aver oltraggiato una pattuglia di agenti che avevano appena emesso un preavviso di sosta sulla sua auto, parcheggiata sull'attraversamento pedonale di via Torino a Nichelino.

L'uomo, infatti, aveva reagito rivolgendo all'indirizzo degli agenti pesanti e volgari epiteti e attirando l'attenzione dei tanti passanti. Il tutto gli era costato una denuncia per oltraggio, reato per il quale avrebbe dovuto essere processato alla fine di febbraio, davanti al Tribunale di Torino.

L'imputato tuttavia, consigliato dal proprio difensore, ha proposto agli agenti oltraggiati un congruo risarcimento economico che, secondo una facoltà ammessa dalla legge, permette di ottenere l'estinzione del reato prima dell’inizio del dibattimento. Gli agenti, dando prova di elevata professionalità, hanno sì accettato la proposta dell'imputato, ma invece di incassare la somma hanno richiesto all'associazione animalista che gestisce il canile di Chieri.

Così per chiudere la questione M.M. ha versato ben 500 Euro a favore dell’ E.N.P.A. dovrà presentare in aula al giudice per ottenere l’archiviazione del reato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insulta il civich per una multa, ma risarcisce il danno al canile

TorinoToday è in caricamento