menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il crollo del campanile e la casa danneggiata

Il crollo del campanile e la casa danneggiata

Campanile colpito da un fulmine distrusse una casa: Curia condannata a pagare 122mila euro

Famiglia fu costretta a trasferirsi

Il giudice Federica Fabaro del tribunale di Ivrea ha condannato ieri, mercoledì 15 gennaio 2020, la parrocchia San Giorgio Martire di Valperga a risarcire di 122mila euro la famiglia proprietaria della casa danneggiata dal crollo del campanile avvenuto il 9 ottobre 2015.

La coppia che vi abitava, in via Martiri della Libertà, aveva presentato una richiesta di danni, ma la diocesi di Torino, da cui la parrocchia dipende, non rispose positivamente. Così i due, che allora avevano un figlio e stavano attendendo il secondo, dovettero affidarsi all'avvocato Celere Spaziante e intentare una causa.

Il campanile della chiesa di Sant’Antonio Abate, realizzato nel 1742, necessitava di manutenzione e non ha retto all'urto del fulmine.

La famiglia fu costretta a trovare una nuova casa in affitto, pagando un canone di 450 euro al mese, nonostante dovesse pagare già un mutuo per quella casa. Adesso si è trasferita a Ozegna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento