Il quartiere si ribella, no al supermercato nell'area ex Isim

Dopo vent’anni di attesa il terreno verrà riqualificato, tuttavia non nascerà l’atteso parco promesso ai residenti

L'area ex Isim

Il Comune vende l’area ai privati nel mese di dicembre ma i cittadini non ci stanno e chiedono spiegazioni.

L’area ex Isim, collocata proprio al confine tra Torino e Collegno, è diventata un vero e proprio caso.

Dopo vent’anni di attesa il terreno verrà riqualificato, tuttavia non nascerà l’atteso parco promesso ai residenti.

Al civico 430 di corso Francia prenderà forma l’ennesimo supermercato da 2mila e 500 metri quadri

Negli ultimi anni il terreno era stato preso di mira persino dalle prostitute, che lo usavano di sera come alcova a cielo aperto. Ma la speranza del quartiere era di vederlo rinascere come punto verde.

«La giunta spiega Giancarlo Sironi, a nome dei residenti del quartiere - autorizza un nuovo grande supermercato che non era previsto nei precedenti bandi pubblici di vendita».

Perplessità anche dalla circoscrizione Quattro, mai coinvolta nel progetto. «In consiglio - rincara il presidente, Claudio Cerrato -, avevamo segnalato la necessità di coinvolgere anche Collegno. Ma nessuno ci ha ascoltati».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anche in tangenziale arrivano velox: ecco dove verranno posizionati

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

  • Dramma nella notte: uomo travolto e ucciso da un'auto pirata

  • Neopatentato si schianta allo svincolo: distrutta l'auto potente del papà, lui aveva bevuto

  • Giornata mondiale della pizza: ecco dove mangiarla a Torino

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

Torna su
TorinoToday è in caricamento