Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Riorganizzazione del sistema educativo: Pellerino spiega le ipotesi

"E' in vista una rivoluzione nella gestione del sistema educativo", ha spiegato in commissione Cultura l'assessore ai Servizi educativi del Comune, Mariagrazia Pellerino.

E' solamente un'ipotesi, ma l’amministrazione comunale dovrà prendere una decisione nelle prossime settimane. Una prima idea sulla quale sta lavorando l’assessore Pellerino (in collaborazione con l’avvocatura del Comune e l’assessorato al Personale) è stata definita una soluzione ponte per la gestione degli asili nidi dell’anno 2012/2013. Se l’ipotesi venisse confermata, per le circa quindici strutture comunali che da settembre non saranno più coperte con l’attuale personale si sta valutando un partnerariato tra un Ipab già esistente e il Comitato Zero-Sei.
 
“Una soluzione per mantenere un servizio pubblico essenziale”, ha spiegato Pellerino. Una struttura che continuerà ad avvalersi di personale competente, selezionato con un bando di gara al quale potranno partecipare gli ex dipendenti comunali degli asili nido.
 
Il futuro riserva due possibilità: la Fondazione di partecipazione o l’Azienda pubblica speciale. La costituzione di una Fondazione (istituita di recente dall’amministrazione comunale di Modena) rappresenterebbe la nascita di un nuovo soggetto giuridico, finanziato in parte dal servizio educativo comunale e, in parte, da uno sponsor privato. 
L’Azienda pubblica garantirebbe la messa in sicurezza del servizio – ha spiegato l’assessore – ma i vincoli normativi in materia di patto di stabilità sono stringenti: non si sa, ad esempio, se nel 2013 si potrà andare in deroga al patto per tali aziende.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riorganizzazione del sistema educativo: Pellerino spiega le ipotesi

TorinoToday è in caricamento