rotate-mobile
Cronaca Pinerolo

Crollo del ponte di Genova in cui morì una famiglia di Pinerolo: tutti a processo i 59 imputati

Parenti delle vittime: "Soddisfatti, la procura ha lavorato bene". La difesa del principale accusato: "Esito scontato"

Andranno tutti a giudizio dal prossimo 7 luglio 2022 i 59 imputati del processo per il crollo del viadotto Polcevera di Genova, più noto come ponte Morandi, in cui il 14 agosto 2018 morirono 43 persone tra cui una famiglia di Pinerolo composta da Andrea Vittone, 49 anni, dalla moglie Claudia Possetti, 48 anni, e dai figli di lei, Manuele Bellasio, 16 anni, e Camilla Bellasio, 12 anni. Lo ha disposto ieri il giudice per l'udienza preliminare del tribunale del capoluogo ligure Paola Faggioni, che ha bocciato tutte le eccezioni presentate dai legali degli inquisiti. Escono definitivamente dal processo le due società, Autostrade per l'Italia (Aspi) e Spea Engineering, che hanno patteggiato versando complessivamente 29 milioni che andranno a incrementare il Fondo per le vittime di giustizia. Dovrebbe trattarsi di un giudizio relativamente rapido in quanto le principali perizie sono già state eseguite in sede preliminare con la formula dell'incidente probatorio.

L'accusa è sostenuta dai pm pm Massimo Terrile e Walter Cotugno, a cui si aggiunge capo della procura Francesco Pinto, che ha espresso soddisfazione per il rinvio a giudizio "anche se nessuno potrà restituire le vittime ai loro familiari". I reati contestati, a vario titolo, sono omicidio stradale plurimo, falso, disastro e attentato alla sicurezza dei trasporti. Tra i principali imputati ci sono Giovanni Castellucci, ex amministratore delegato di Aspi (i cui legali, Giovanni Paolo Accinni e Guido Carlo Alleva, hanno parlato di "esito scontato" dell'udienza preliminare), Michele Donferri Mitelli, ex capo nazionale delle manutenzioni della stessa società, Paolo Berti, ex direttore generale delle operazioni sempre di Aspi, e Roberto Ferrazza, attuale provveditore alle opere pubbliche di Piemonte e Liguria. "Siamo molto soddisfatti, per mandare a processo tutti e 59 gli imputati vuol dire che la Procura ha lavorato bene", ha detto la pinerolese Egle Possetti, presidente del comitato vittime.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crollo del ponte di Genova in cui morì una famiglia di Pinerolo: tutti a processo i 59 imputati

TorinoToday è in caricamento