menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rinchiude in casa moglie e figlia e sparisce: arrestato un trentenne

Sono rimaste rinchiuse a casa loro per una notte intera prima che i vicini sentissero le urla. La brutta avventura, che ha coinvolto mamma e figlia minorenne, è avvenuta a Rivoli

Sono state prima picchiate e poi rinchiuse nella propria abitazione a chiave, senza possibilità di poter uscire. Per questo fatto un impiegato di trent'anni è stato arrestato a Rivoli, accusato di violenza familiare e sequestro di persona.

Vittime della follia dell'uomo sono la moglie e la figlia minorenne. A quest'ultima è stato anche rotto il cellulare per evitare che potesse chiedere aiuto.

La moglie del trentenne, segregata in casa con la figlia, si è messa a gridare, picchiando con forza sul muro con l'intento di attirare l'attenzione dei vicini. Proprio come sperato la donna è riuscita a farsi sentire, ma solo il mattino dopo.

Carabinieri e vigili del fuoco sono intervenuti sul posto e hanno sfondato la porta. Dopo la liberazione delle due donne, i militari hanno rintracciato e arrestato l'uomo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento