Cronaca

In autunno ancora rincari: trasporti più salati in tutto il Piemonte

Per evitare il taglio di linee e per coprire il deficit, la Regione si prepara ad aumentare anche del 15% i biglietti di treni, bus e linee urbane

La ricetta è sempre quella: il rincaro. E ancora una volta sui trasporti. A venir toccato, per permettere alla Regione di far fronte al proprio debito, sarà il trasporto pubblico locale, dai treni agli autobus: in autunno, dunque, i piemontesi dovranno far fronte ad una nuova spesa.

Lunedì il rincaro sarà deliberato in giunta, martedì sarà relazionato dall’assessore Barbara Bonino in un consiglio straordinario. 

L’aumento potrà essere del 15%, e toccherà bus, treni, servizi urbani ed extra urbani: salvarsi dal nuovo aumento, insomma, sarà impossibile. Il tutto, per garantire il servizio dei trasporti anche l’anno a venire, e per evitare nuovi tagli di corse e linee. In tutto questo quadro assai fosco per le famiglie, c’è qualche sprazzo di luce: come la nuova linea Sfm 6 Torino Stura-Asti, e il potenziamento della Torino-Genova, della Chivasso-Casale-Alessandria, della Alessandria-Savona e della Acqui Terme-Asti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In autunno ancora rincari: trasporti più salati in tutto il Piemonte

TorinoToday è in caricamento