Cronaca

Tares: ecco quanto costerà in Piemonte. "Per la pizza al taglio aumento del 301%"

Il calcolo effettuato da Confartigianato. I negozi di pizza al taglio nei piccoli comuni subiranno aumenti anche del 301%. I laboratori artigiani di pasticceria pagheranno il 181,7% in più

Prepariamoci ad un nuovo, duro colpo: un aumento medio di 19,4 euro per abitante, il 13,1% in più rispetto alla Tarsu e alla Ti, gli attuali tributi sui rifiuti. Queste sono le cifre che rivelano quanto verrà a costare la Tares alle famiglie ed alle imprese piemontesi.

Il calcolo è stato effettuato da Confartigianato Piemonte, che ha stimato quanto graverà la nuova tassa su rifiuti e servizi. ''I rincari derivanti dalla Tares saranno una nuova dura batosta per gli artigiani - dichiara Dino De Santis, presidente di Confartigianato Torino - e andrebbero a sommarsi ai continui aumenti registrati in questi anni dalle tariffe dei rifiuti: tra marzo 2012 e marzo 2013 sono cresciute del 4,9%, tra marzo 2008 e marzo 2013 del 22,1% e, addirittura, negli ultimi 10 anni hanno raggiunto il +56,6%''.

L'applicazione della Tares sarà una mazzata soprattutto per alcune tipologie di imprese; come le attività artigiane di pizza al taglio che lavorano in piccoli Comuni: in questi casi il rincaro sarà del 301,1%. I laboratori artigiani di pasticceria pagheranno il 181,7% in più; e così i piccoli produttori di pane e pasta, che passando da Tarsu a Tares verseranno il 93,6% in più.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tares: ecco quanto costerà in Piemonte. "Per la pizza al taglio aumento del 301%"

TorinoToday è in caricamento