Cronaca Campidoglio / Piazza Risorgimento

Problemi all'impianto elettrico: il rifugio chiude a causa della pioggia

In piazza Risorgimento il rifugio chiude i battenti. La pioggia causa dei problemi all'impianto elettrico. Boffa di FdI sottolinea: "Da molto tempo avevamo segnalato la mala gestione del sito"

La pioggia costringe alla chiusura il rifugio antiaereo di piazza Risorgimento. Con un comunicato, il museo della Resistenza di Torino ha annunciato che “fino al ripristino della sua piena agibilità in condizioni di sicurezza”, il rifugio non verrà più riaperto. Il tutto, dovuto a dei problemi all’impianto elettrico, forse aggravati dalle piogge di questi giorni.

Il sito, uno dei più grandi tra i quarantacinque esistiti in città, realizzati tra il 1942 e il 1944, si articola in una lunga sequela di gallerie parallele realizzate a dodici metri sotto terra: il complesso è però stato trascurato negli ultimi anni.

Nonostante dal museo si augurino che, dopo aver informato i responsabili tecnici della città, le condizioni ottimali siano ristabilite per poter riaprire il rifugio (sito importante e visitato anche dalle scuole), la polemica incalza.

Alessandro Boffa (Fratelli d’Italia), consigliere della Circoscrizione Quattro di Torino, afferma: “Non ci sorprende la chiusura del rifugio. Da molto tempo avevamo segnalato la mala gestione del sito. Dall’ecomuseo della Circoscrizione Quattro, che organizzava le visite, nessuno rispondeva alle chiamate; il rifugio era poi spesso sporco e trascurato. Se ci fosse stata più cura, una pioggia abbondante non avrebbe causato questi danni”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Problemi all'impianto elettrico: il rifugio chiude a causa della pioggia

TorinoToday è in caricamento