menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ufficio postale di corso Re Umberto

L'ufficio postale di corso Re Umberto

Richiedente asilo si trasforma in parcheggiatore abusivo, i carabinieri lo arrestano

L'intervento davanti all'ufficio postale di Ivrea, aveva appena minacciato e strattonato un automobilista

Il richiedente asilo si era riconvertito in parcheggiatore abusivo.

Ieri mattina, lunedì 29 agosto, a Ivrea, in piazza Freguglia, i carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia cittadina hanno arrestato per tentata estorsione e violenza privata l'uomo, un nigeriano di 38 anni, che abita ad Alice Superiore nella comunità Leone Rosso.

Poco prima aveva importunato un altro africano, un marocchino residente a Pavone Canavese, che stava parcheggiando la sua auto quando è stato avvicinato dal nigeriano che ha tentato di vendergli un ticket di sosta lasciato probabilmente da un altro automobilista.

Visto che l'automobilista si era opposto, l’uomo ha minacciato di danneggiargli l’auto e ha afferrato con forza alla camicia tanto da strapparla e da procurargli un graffio alla mano destra.

A quel punto il conducente si è divincolato ed è fuggito nell’ufficio postale.

Da qui ha chiamato i carabinieri per e ha descritto il parcheggiatore che, come se nulla fosse, aveva continuato a svolgere la sua attività abusiva.

Una volta portato in caserma dai militari, a cui aveva anche fornito false generalità, il richiedente asilo ha dato in escandescenze.

A quel punto sono scattati l'arresto e il trasferimento in carcere con l'accusa di tentata estorsione e resistenza a pubblico ufficiale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento