Raccolta differenziata in città, i rifugiati prendono lezione da Iren

I ragazzi, da circa un mese, sono ospitati presso la struttura gestita dalla cooperativa Carapace

Si è svolto in viale XXV Aprile un incontro di educazione ambientale, a cura di EduIren, la struttura finalizzata alle attività didattiche e di sensibilizzazione del gruppo Iren, che ha visto come protagonisti una trentina di rifugiati richiedenti asilo politico provenienti da Nigeria, Mali, Eritrea e Somalia.

I ragazzi, tutti intorno ai  25 anni di età, da circa un mese sono ospitati presso la struttura gestita dalla cooperativa Carapace e - per migliorare il loro inserimento e la loro integrazione nel tessuto sociale - svolgono ogni mattina lezioni di italiano, in attesa di frequentare i corsi autunnali gestiti dal Cpia.

Proprio in quest’ottica e per migliorare l’organizzazione della comunità in cui risiedono attualmente i rifugiati, è stata pensata anche una lezione ad hoc sulla nozione di rifiuto e sulle buone pratiche di raccolta differenziata.

All’incontro il  personale di Iren ha veicolato i concetti fondamentali di educazione ambientale attraverso esempi pratici e cartelloni plurilingue; un mediatore culturale, inoltre, ha tradotto simultaneamente i concetti fondamentali in lingua francese e in lingua inglese aiutando i ragazzi a porre domande e migliorando l’interazione tra le parti. 

A fine lezione sono stati consegnati gratuitamente i kit per la raccolta differenziata da posizionare all’interno della struttura di accoglienza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

  • "Da domani la strada sarà piena di veleno per i vostri cani" e i residenti insorgono sul web

  • Doppia scossa di terremoto a mezz'ora l'una dall'altra: avvertite dalla popolazione

  • Fine corsa per il pirata della strada, la sua auto era in carrozzeria: arrestato

  • Scontro violento fra auto: i vigili del fuoco estraggono due ragazze dalle lamiere

  • Incendio divampa nell'appartamento al nono piano, famiglia con bimbe piccole messa in salvo

Torna su
TorinoToday è in caricamento