Cronaca Mirafiori Sud / Via Emanuele Artom, 111

Montagne di rifiuti al ponte di Nichelino. A Mirafiori i prati come discariche

Tra via Artom e strada Castello si estende una discarica a cielo aperto. L'area verde presso il Sangone si sta trasformando in un gigantesco immondezzaio. Colpa, in buona parte, delle carovane rom

Possibile che le periferie della nostra città si debbano ridurre regolarmente a discariche? L’ultimo allarme riguarda l’area più prossima al comune di Nichelino, nel tratto tra via Artom e strada Castello di Mirafiori. Un triangolo di verde che costeggia il Sangone, ormai ridotto ad un immondezzaio a cielo aperto. Una discarica abusiva nella quale si trova di tutto: vecchi mobili, indumenti, elettrodomestici, copertoni, resti di cibo, giochi per bambini. Perfino un quod, “parcheggiato” in mezzo al prato.

Il motivo è da ricercarsi in buona parte nella piazzola di via Artom, dove sostano regolarmente i rom. Una piazzola a pochi metri dal luogo “incriminato”, dalla quale è facile immaginare che vengano scaricate le schifezze. A ciò si aggiunga che un rifiuto tira l’altro, e che anche i più incivili possono contribuire alla discarica abusiva. Sommando il tutto, si ottiene la situazione attuale: una montagna di ciarpame che assomiglia tristemente alle troppe situazioni analoghe presenti ai quattro angoli della città.

Il problema dei rifiuti dei nomadi non è certo una novità. La situazione diventa però ancora più fastidiosa per i cittadini perché collegata in buona parte alla presenza dei rom che bivaccano a bordo strada. Un binomio, quello nomadi-rifiuti, che sale più volte alle pagine di cronaca, e che non sembra avere una soluzione efficace: non almeno a Mirafiori Sud, dove da tempo i camper dei rom bivaccano lungo strada Castello e via Artom lasciando dietro di sé una notevole quantità di sporcizia. Evidenti tracce del loro passaggio sono i resti dei falò: e, attorno alla nuova discarica abusiva, ce ne sono molti, fati in mezzo ai prati, con il rischio che possa prendere fuoco tutto il parco.

“In tutta Mirafiori Sud c’è una situazione difficile – commenta Domenico Morra, capogruppo della Lega Nord alla Dieci – ma chi governa la Circoscrizione continua a non volersi interessare del problema. Anche l’arcivescovo sarebbe disponibile a venire ad un consiglio di Circoscrizione per discutere del problema rom, ma dalla maggioranza non lo vogliono convocare. A questo punto mi viene da pensare che abbiano paura dei cittadini”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montagne di rifiuti al ponte di Nichelino. A Mirafiori i prati come discariche

TorinoToday è in caricamento