Cronaca Regio Parco / Via Emilio Salgari

Polemiche in via Salgari. Gli incivili abbandonano i rifiuti davanti all'ecocentro

Aumentano le segnalazioni dei residenti del Regio Parco. Nel mirino alcuni maleducati che lascerebbero gli elettrodomestici davanti all'ingresso dell'ecocentro

Continuano le segnalazione da via Salgari dove recentemente sarebbero stati gettati decine e decine di elettrodomestici, materassi e oggetti in legno. Ignoti incivili – le telecamere non avrebbero ripreso alcun volto - sono tornati a scaricare di tutto e di più davanti al centro Amiat per la raccolta differenziata di via Salgari, all’interno del quartiere Regio Parco. La foto scattata un paio di notti fa da un residente sonnambulo del quartiere mostra chiaramente il marciapiede invaso totalmente dalle masserizie. Qualche furbetto, infatti, ha pensato bene di abbandonare un elevato numero di frigoriferi – una decina circa - davanti all’ingresso principale dell’ecocentro, in barba alle telecamere e ai divieti vigenti sul territorio.

Oltre ai frigoriferi si possono notare mobili, suppellettili, computer e tanto altro ancora. Un problema che da qualche mese si verifica spesso e volentieri. Soprattutto da quando l’Amiat ha deciso di ridurre il servizio – ossia non ritirare più i televisori e i monitor - a causa dell’elevato numero di furti e di danni subiti negli ultimi anni. Una nuova strategia dell’azienda contro i ladri e gli avvoltoi. Ma qualcuno, a quanto pare, sembra disposto a tutto pur di non recarsi in un altro ecocentro a depositare i vecchi oggetti ormai inutilizzabili a causa dell’usura. “Prima o poi doveva succedere – dichiara il signor Leonardo, un residente di via Wuillermin -. Ci sono persone che non hanno mai accettato la scelta di Amiat di rinunciare a raccogliere gli elettrodomestici“.

Questo stando alle parole dei residenti e dei commercianti della zona, infastiditi per il comportamento di alcuni cittadini maleducati. “La gente scarica in via Salgari di notte perche nessuno controlla – accusa Michelangelo Gulli, il presidente dell’associazione commercianti 'Una finestra su Regio Parco' -. Nonostante gli interventi delle forze dell’ordine ci sono ancora dei furbi che non hanno alcuna intenzione di rispettare le leggi. Contro questa gente si può fare davvero poco. La denuncia è l’unica via per risolvere la questione”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polemiche in via Salgari. Gli incivili abbandonano i rifiuti davanti all'ecocentro

TorinoToday è in caricamento