Cronaca Mirafiori Nord / Corso Enrico Tazzoli, 235

In corso Tazzoli torna l'allarme rifiuti al fondo del campo rom

Alla confluenza tra via Crea e corso Tazzoli torna l'emergenza rifiuti: un problema che dura da tempo, e al quale non si è ancora trovata una soluzione efficace.

È sempre nel mirino delle proteste del quartiere. Il campo nomadi abusivo di corso Tazzoli torna ad occupare le pagine di cronaca per la quantità di rifiuti che lo circondano. Nell’area attorno alle poste la situazione sta diventando sempre più preoccupante. In fondo al corso Tazzoli, alla confluenza con via Crea, si può osservare chiaramente la quantità di rifiuti sempre crescente. Ammucchiati oltre il bordo strada, scatoloni, vecchi elettrodomestici, poltrone, divani, materassi. E chi più ne ha, più ne metta: l’inventario potrebbe continuare, anche se molto del pattume attorno all’area nomadi non è visibile ad una prima occhiata, per la presenza costante di boscaglia e di rami che occultano in buona parte la visuale.

La pulizia è stata effettuata in autunno: eppure, a metà gennaio, tutto è già tornato come prima. E “prima” vuol dire da quando il campo nomadi si è insediato nell’area retrostante alle poste. La presenza dei rifiuti è legata a due fattori: i rom e i soliti incivili, che scaricano in libertà il loro ciarpame in questa zona, prima di sorveglianza e di poco passaggio; mesi fa era stato posizionato un grosso guardrail  in cemento, per evitare che le auto si possano fermare qui per scaricare in libertà; e, invece, siamo alle solite: sembra quasi che liberarsi dei propri rifiuti lungo il margine della carreggiata sia più comodo che recarsi fino alla discarica o al cassonetto più vicino.

I cittadini sono decisamente poco entusiasti della presenza del campo nomadi a pochi metri da casa loro, e continuano a denunciare furti e furtarelli effettuati, a loro dire, dai rom in tutti i quartieri Centro Europa e Gerbido. E la vicenda è finita, nuovamente, nell’ultimo consiglio di Circoscrizione Due: “Recentemente c’è stato un nuovo caso di intrusione in un appartamento – ha affermato il consigliere Eugenio Plazzotta, Lega Padana Piemont – La gente non ne può più della presenza del campo e dei continui furti, e il peggio è che la giunta della Circoscrizione fa orecchie da mercante”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In corso Tazzoli torna l'allarme rifiuti al fondo del campo rom

TorinoToday è in caricamento