Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

Tentato omicidio in metropolitana, sette anni chiesti per l'aggressore

Picchiato con calci, pugni e anche accoltellato. Scene riprese dalle telecamere della metropolitana lo scorso giugno a "Massaua". Vittima un ragazzo di 27 anni, aggressori un gruppo di ragazzini

Lo scorso giugno un ragazzo di 27 anni - Andrea Previtali - era stato accoltellato e colpito con calci e pugni all’interno di un treno della metropolitana all’altezza della fermata “Massaua”. Una ferita al torace non gravissima che però portò al fermo degli aggressori e a due arresti per tentato omicidio.

A otto mesi di distanza è arrivata la richiesta del pm Eugenia Ghi per il più grande dei due ragazzi fermati (l’altro è un minorenne). Il pubblico ministero ha chiesto sette anni di reclusione in carcere.

L’aggressione fece parecchio clamore. Anche il sindaco di Torino, Piero Fassino, espresse la vicinanza da parte della Città alla vittima. “Si tratta di un episodio di particolare gravità - aveva detto il primo cittadino - Nostro compito sarà quello di respingere ogni violenza intimidatoria, sopruso, aggressione fisica o morale”, frase non pronunciata a casa visto che sul web iniziarono a circolare commenti che incitavano alla violenza e alla vendetta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentato omicidio in metropolitana, sette anni chiesti per l'aggressore

TorinoToday è in caricamento