Tragedia di piazza San Carlo: accusa, condanna a 14 anni per i quattro della banda dello spray

Un giorno per ogni ferito

Il disastro la sera del 3 giugno 2017 in piazza San Carlo

Quattro condanne a 14 anni (per la precisione, per tre sono stati chiesti 20 giorni in più, per il quarto soltanto otto giorni) sono state richieste dai pm Roberto Sparagna e Paolo Scafi della procura di Torino oggi, lunedì 25 marzo 2019, nel processo sui fatti del 3 giugno 2017 in piazza San Carlo, in occasione della proiezione sul maxischermo della finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid.

Gli imputati sono Sohaib Bouimadaghen detto Budino, 21 anni, Hamza Belghazi, 20 anni, Aymene Es Sahibi, 22 anni, e Mohammed Machmachi, 21 anni, tutti accusati di omicidio preterintenzionale per le morti di Erika Pioletti e Marisa Amato, rapina aggravata, lesioni personali volontarie e furto (per tre su quattro). Erano stati arrestati nell'aprile 2018.

L'accusa ha chiesto un giorno di carcere per ciascun ferito (erano stati 1.672) e cinque giorni per ognuna delle persone molestate con lo spray al peperoncino.

Il processo si sta celebrando con il rito abbreviato davanti al giudice Maria Francesca Abenavoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Shopping, 3 tonnellate di vestiti in vendita "al chilo": l'evento per due giorni a Torino

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Travolta da un'auto mentre attraversa la strada: morta sul colpo

  • Paura al campo di calcio: bambino di 8 anni si accascia al suolo mentre gioca la partita

  • Donna perde il treno e per protesta occupa i binari: quasi un'ora di stop per tutti i convogli

  • Marito e moglie investiti da un'auto mentre attraversano la strada

Torna su
TorinoToday è in caricamento