Cronaca Via Battitore, 7

Affisse manifesti "Quell'uomo è un pedofilo": poliziotto rischia quasi sei anni di galera

False accuse a un rivale

La scuola su cui erano stati affissi i manifesti

Cinque anni e nove mesi di reclusione. Per il pm Ruggero Crupi non ci sono dubbi: il 32enne poliziotto della stradale di Torino (naturalmente sospeso dal servizio) accusato di avere affisso, a inizio 2017, manifesti sulla scuola di Abbadia Alpina di Pinerolo in cui accusava falsamente un barista di San Secondo di essere un pedofilo (con tanto di fotografia e anche di una falsa condanna precedente) merita una condanna pesante. La richiesta è stata formulata oggi, mercoledì 13 giugno 2018, nel processo davanti al giudice monocratico Paola Rigonat.

L'uomo, difeso dagli avvocati Stefano Lanotte e Maria Paola Scorrano, era stato arrestato dai carabinieri il 4 luglio 2017, ed è accusato (oltre che della calunnia) anche di avere danneggiato più volte il locale del rivale e per avere custodito documenti di dubbia provenienza (alcuni anche proventi di furto). In giudizio la vittima è rappresentata dall'avvocato Michela Malerba.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Affisse manifesti "Quell'uomo è un pedofilo": poliziotto rischia quasi sei anni di galera

TorinoToday è in caricamento