Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca Madonna di Campagna / Strada del Bramafame, 42

Bimbo morto nell'esplosione di una casa a Torino Madonna di Campagna: chiesti due anni e quattro mesi per un artigiano

Secondo l'accusa non avrebbe realizzato l'impianto a regola d'arte

Nella seduta di mercoledì 5 luglio 2023 il pm Giorgio Nicola della procura di Torino ha chiesto una condanna a due anni e quattro mesi di carcere per l'artigiano torinese di 69 anni a processo in quanto avrebbe realizzato, in modo difettoso, l'impianto della casa di strada del Bramafame che esplose il 24 agosto 2021, provocando la morte del piccolo Aron Tila di soli quattro anni. Le accuse per l'uomo sono di omicidio e incendio colposi.

Ad aprire materialmente il gas fu, in quell'occasione, il cugino 27enne della vittima, che è imputato in un altro processo. L'ipotesi dell'accusa è che, se l'impianto fosse stato realizzato a regola d'arte, la tragedia non sarebbe avvenuta neanche con l'imperizia di quest'ultimo. L'artigiano è difeso dall'avvocato Diego Torta. I genitori del piccolo Aron sono rappresentati in aula dall'avvocato Esmeralda Elmazi. Ci sono altre parti civili, in particolare altri residenti che ebbero danni fisici e/o patrimoniali. La sentenza dovrebbe essere pronunciata giovedì 13.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimbo morto nell'esplosione di una casa a Torino Madonna di Campagna: chiesti due anni e quattro mesi per un artigiano
TorinoToday è in caricamento