menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Obbligava giovani donne a prostituirsi nel Torinese: la fuga del ricercato finisce al confine tra Italia e Slovenia

L'uomo sconterà la pena di un anno e nove mesi al Coroneo, casa circondariale di Trieste

Un 46enne di origine rumena è stato sorpreso dai carabinieri di Aurisina a bordo di un pullman proveniente dalla Spagna e di passaggio a Fernetti, località al confine tra Italia e Slovenia. L’uomo, ricercato dall'autorità giudiziaria italiana, stava tentando di lasciare il territorio nazionale. Nella giornata di domenica 17 gennaio i militari stavano effettuando dei controlli nei confronti dei passeggeri di pullman che dall'Italia viaggiano in direzione dell'est Europa o viceversa quando hanno approfondito gli accertamenti sul 46enne, ritenuto membro di una vera e propria organizzazione criminale dedita allo sfruttamento della prostituzione e sgominata nel Torinese. 

I carabinieri hanno accertato che l'uomo era destinatario di un ordine di carcerazione in quanto condannato ad un anno e nove mesi reclusione. All'interno della banda il 46enne si occupava di accompagnare in Italia le giovani straniere - molto spesso anche minorenni - con la scusa di presunti corsi di formazione che alla fine non esistevano. Inoltre, l'uomo aveva il compito di portare le ragazze sulla strada e di sorvegliarle. Dopo l'arresto, i carabinieri hanno portato il latitante al Coroneo casa circondariale di Trieste, dove sconterà la sua pena.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento