menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La polizia sul luogo dell'omicidio

La polizia sul luogo dell'omicidio

In carcere per l'omicidio di due persone commesso a Torino riuscì a evadere: rintracciato in Albania

Condannato all'ergastolo, era evaso nell'ottobre 2016 dal carcere di Rebibbia

Mercoledì mattina, 16 ottobre, una squadra della RENEA (Reparti speciali antiterrorismo e intervento critico Albanesi) ha arrestato il latitante Tesi Basho vicino a Valona.

Sul ricercato gravava una condanna all’ergastolo emessa dalla corte d’Assise d’Appello di Torino nel 2011 per un duplice omicidio commesso nel 2008. Nel maggio dello stesso anno era stato individuato e arrestato in Olanda e successivamente aveva scontato parte della condanna all'ergastolo nel carcere di Rebibbia fino all'evasione avvenuta nell'ottobre 2016. 

La Divisione Interpol del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia (SCIP) e la Squadra Mobile della Questura di Torino non hanno mai smesso di dargli la caccia e la continuità delle indagini ha consentito alle forze speciali albanesi di individuare il covo di Basho e di catturarlo. Immediatamente sono state avviate le procedure per l'estradizione.

Tesi Basho era stato condannato all'ergastolo per l'omicido di via Lima, quello in cui morirono, sotto diversi colpi di pistola, i due fidanzati ro­meni Valerica Dascalu e Ramona Nicoa­ra nella notte tra il 23 e il 24 gennaio 2008.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento