Ricerca Inthera, la maggior parte dei torinesi è soddisfatta della sua città

Ad essere apprezzati la cultura, il verde pubblico, la pulizia delle strade e la sanità. L'unica nota dolente è la sicurezza

Ad avere successo in città il verde pubblico, gli impianti sportivi, i servizi sanitari, la pulizia delle strade. Ma c’è anche qualche nota negativa: il 19% degli intervistati dice di aver subito un atto criminale nell’ultimo anno e lamenta poca attenzione alla sicurezza. “Dall’indagine emerge la nostra torinesinità – ha commentato la sindaca Chiara Appendino - e preoccupa un po’ il tema della sicurezza. Ci sono alcune situazioni di periferia molto complicate come quelle in cui sorgono i campi rom e dove stiamo intervenendo con i fondi stanziati dal Comune”. 
 
I torinesi poi amano il loro lavoro. Per il 44% del campione, non è giusto fare soltanto il “minimo indispensabile” ma bisogna darsi da fare; opinione condivisa da un ulteriore 32% degli interpellati. Addirittura, il 54% degli interpellati si spinge a dire che considera il lavoro più come un’occasione per realizzarsi a livello personale che come una semplice occupazione.

Il 73% degli interpellati vuole “arrivare al vertice” della sua carriera ma la famiglia, con i suoi valori e il suo calore, non è considerata subaterna rispetto all'occupazione. Per la precisione, l’84% degli interpellati considera “poco” o “per niente” corretta l’affermazione che “la famigia viene sempre dopo il lavoro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

  • "Da domani la strada sarà piena di veleno per i vostri cani" e i residenti insorgono sul web

  • Doppia scossa di terremoto a mezz'ora l'una dall'altra: avvertite dalla popolazione

  • Fine corsa per il pirata della strada, la sua auto era in carrozzeria: arrestato

  • Scontro violento fra auto: i vigili del fuoco estraggono due ragazze dalle lamiere

  • Incendio divampa nell'appartamento al nono piano, famiglia con bimbe piccole messa in salvo

Torna su
TorinoToday è in caricamento