Si conoscono sui social poi lui la ricatta con le foto intime scambiate in chat: arrestato

Alla vittima ha anche chiesto un rapporto sessuale in cambio del silenzio

Immagine di repertorio

È tornato nella sua vita sotto falso nome, con lei ha scambiato in chat alcune foto intime e infine l'ha ricatta minacciando di divulgare il materiale in suo possesso se in cambio non avesse ricevuto altre foto o un rapporto sessuale.

La vittima di estorsione, una 40enne, si è rivolta agenti del Commissariato Barriera Nizza ai quali ha raccontato la vicenda con il dubbio che l’uomo conosciuto su Facebook fosse lo stesso incontrato un anno prima per un aperitivo, sempre dopo averlo conosciuto attraverso il social network. 

I dubbi erano fondati. 

Nelle settimane scorse, la donna è stata contattata, sempre tramite Facebook, da un uomo con il quale ha iniziato una corrispondenza online con l’invio reciproco di foto intime. Pochi giorni fa l’uomo ha cominciato a ricattarla chiedendole altre foto e un rapporto sessuale, minacciando di divulgare il materiale in suo possesso se la donna non avesse acconsentito. 

Nel frattempo la donna ha sporto denuncia e l’estorsore ha continuato a insistere nella sua richiesta e, in cambio della cancellazione delle foto, ha proposto un incontro. In accordo con gli agenti, la donna ha acconsentito a fissare un appuntamento. 

Il giorno prestabilito il misterioso interlocutore è andato a casa della vittima, è entrato con la donna nella camera da letto e al diniego di quest’ultima di avere un rapporto sessuale, considerata l’insistenza, sono intervenuti gli agenti del Commissariato che si erano nascosti nell’alloggio. Nel corso della perquisizione gli agenti hanno trovato nel telefono dell’uomo, un 49enne italiano, numerose foto della donna ricattata.  L’uomo è stato arrestato per tentata violenza sessuale.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Scontro frontale sul rettilineo: auto distrutte, morti entrambi i conducenti

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Automobilisti attenti: a mezzanotte entrano in servizio i semafori anti-passaggio col rosso

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

Torna su
TorinoToday è in caricamento