menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le ricariche sequestrate dalla guardia di finanza

Le ricariche sequestrate dalla guardia di finanza

La nuova frontiera dello sballo: sequestrate ricariche per sigarette elettroniche alla cannabis

In arrivo sul bus low cost

La guardia di finanza ha sequestrato 24 fiale di ricariche inalabili per sigarette elettroniche contenenti thc (tetraidrocannabinolo, il principio attivo della cannabis) liquido al terminal degli autobus di corso Vittorio Emanuele II.

Negli ultimi giorni di giugno 2018 i militari hanno controllato i passeggeri di una linea di autobus low cost provenienti dalla Spagna. Nel corso delle operazioni, tra le tante persone che scendevano dall’autobus, un giovane ragazzo italiano ha attirato l’attenzione di Jane, uno dei cani antidroga delle fiamme gialle.

Si tratta di un 26enne che nascondeva nel bagaglio cinque kit di sigarette elettroniche e le e 24 fiale, il cui contenuto è stato mandato ad analizzare nel laboratorio servizi chimici dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Torino. E' emerso che le fiale contenevano thc per il 60% del peso, valore di gran lunga superiore al limite consentito. Dalla sostanza sequestrata si sarebbero potute ricavare circa 170 dosi medie singole.

L’assunzione tramite sigaretta elettronica è la nuova evoluzione del fenomeno dello 'sballo' con metodi tecnologici sempre più al passo con i tempi che rendono difficile anche l’individuazione della sostanza da parte delle forze dell'ordine.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lady Dybala si annoia all'ombra della Mole: "A Torino non c'è molto da fare"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento