menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il viadotto Madonna del Monte crollato domenica

Il viadotto Madonna del Monte crollato domenica

Dopo il crollo riapre stamattina la Torino-Savona: carreggiata unica per un chilometro

Sensori per monitorare altri cedimenti

Riapre nella mattinata di oggi, venerdì 29 novembre 2019, l'autostrada Torino-Savona nel tratto interessato dal crollo del viadotto di domenica 24. Naturalmente l'apertura avviene, a partire dalle 11, solo nella carreggiata in direzione di Savona, visto che nell'altro senso c'è stato il crollo, ma si riuscirà a istituire il doppio senso di marcia per circa un chilometro.

La società Autostrada dei Fiori, che gestisce la tratta, "ha compiuto tutti gli accertamenti strutturali relativi alla stabilità del viadotto 'Rio Valletta' nonché gli accertamenti geologici relativi alle fondazioni del medesimo acquisendo le valutazioni tecniche attestanti la stabilità dell'opera autostradale all'esito del movimento franoso, nonché le valutazioni geologiche confermative della stabilità delle fondazioni con ulteriori indagini che si sono rese necessarie in esito agli eventi atmosferici successivi alla frana".

La riapertura della viabilita' nel tratto sud dell'A6 tra Altare e Savona, si spiega, "sarà regolata da un piano di viabilità: il sistema di monitoraggio gestito dai centri di competenza della protezione civile e costituito da un pluviometro in telemisura installato in prossimità del coronamento della frana e da un interferometro radar per misurare gli spostamenti dell'ammasso ancora sospeso, permetterà di registrare in tempo reale ogni cambiamento dello status dell'area e, in caso di superamento delle soglie di sicurezza, allertare la concessionaria che provvederà a interrompere immediatamente la circolazione stradale".

Inoltre, la stessa società Autofiori integrerà questo sistema "installando un sistema di monitoraggio multiparamentrico DMS per la rilevazione rapida ed in continuo di movimenti, già utilizzato per i sistemi di allarme valanghivi, per interdire automaticamente al transito il viadotto Rio Valletta qualora si verificassero nuovi spostamenti all'interno del canale di frana".

Autostrada dei Fiori nel frattempo ha già iniziato tutte le attività preliminari per la ricostruzione del viadotto Madonna del Monte investito dalla frana di domenica scorsa che "sarà ultimato in circa tre-quattro mesi dalla consegna delle aree e una volta ottenute le autorizzazioni previste".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento