rotate-mobile
Cronaca Aurora / Via Borgo Dora, 3

Tradizione e gusto, a Porta Palazzo riapre il mitico San Giors

Il secolare ristorante-albergo riapre la sua cucina nel solco della tradizione culinaria piemontese: inaugurazione con la merenda sinoira

A Porta Palazzo domenica 9 luglio riapre il San Giors, storico albergo e ristorante nel cuore di Torino, e la nuova vita è all’insegna delle tradizioni enogastronomiche piemontesi, con innovazioni e incursioni dalle altre regioni d’Italia: e per l’inaugurazione è previsto un doppio appuntamento con la cucina tipica del Piemonte e con la tradizionale “merenda sinoira”.

Per secoli il San Giors è stato crocevia di artisti, scrittori, poeti, musicisti e viandanti, ma anche di nobili e teste coronate: basti pensare che qui è stato “inventato” il bicchiere della staffa (a questo link la storia completa).

Cuore pulsante non solo per il vivace quartiere di Borgo Dora di cui è parte ma per la stessa città sabauda che ne ha visto i natali, la locanda San Giors di Torino (indirizzo via Borgo Dora 3) si presenta con una nuova veste ma con radici ben piantate nella tradizione. Ad imbattersi in questa nuova avventura, condividendo progetto, ambizioni e obiettivi, un cuoco e un architetto che ben conoscono la città e suoi abitanti: Marco Brusconi, titolare di Cucina Popolana (molto conosciuto nella zona di Porta Palazzo e apprezzato in tutta Torino) e Simona Vlaic. Due punti di vista differenti – gastronomia e architettura – che si incontrano dando vita ad un ambiente evocativo ed autentico dove gli amanti del vino e della buona tavola possono godere di una cucina di alta qualità in un contesto accogliente e moderno.

Il tutto, ovviamente, nel pieno rispetto della tradizione, traslata con le dovute innovazioni. Protagonisti assoluti i piatti della tradizione culinaria piemontese, rivisitati secondo estro e maestria dello chef. Ma non solo: ad impreziosire il menu, influenze e incursioni nelle tradizioni gastronomiche delle altre regioni italiane.

Proprio in occasione del Gran Balôn del 9 luglio, il San Giors riapre le sue porte con due merende tipicamente piemontesi: alle 11 la Disnoira e alle 17 la Sinoira

Simona Vlaic

Marco Brusconi

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tradizione e gusto, a Porta Palazzo riapre il mitico San Giors

TorinoToday è in caricamento