Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Omicidio Musy, in aula parla il pm: "Furchì è l'unico possibile colpevole"

Il pubblico ministero Furlan ha fatto il ragionamento dell'imbuto statistico e il colpevole gli è risultato essere sempre Furchì. Ma non solo: ci sarebbe anche corresponsione tra alcuni elementi caratteristici di Furchì e quelli dell'assassino

Si torna in aula per il processo che vede imputato Francesco Furchì quale presunto omicida dell'ex consigliere comunale Alberto Musy. L'udienza si è aperta con la requisitoria del pubblico ministero Roberto Furlan che ha affermato che, facendo qualsiasi tipo di ragionamento, Furchì risulta essere sempre il colpevole.

Il pm ha parlato del ragionamento dell'imbuto statistico: "Mettendoci dentro tutti i possibili sospettati - ha detto Furlan -, togliendo chi non era in quella zona il 21 marzo 2012 e chi ha un alibi, l'unico che rimane tra i sospettati presi in esame è comunque Furchí. Inoltre, se vogliamo considerare anche i potenziali colpevoli mai individuati, Furchí è comunque l'unico che ha quello specifico disturbo del cammino che è molto raro e specifico".

Non solo le prove sarebbero schiaccianti a detta del pubblico ministero. Ci sarebbe anche una corresponsione tra alcuni elementi caratteristici di Furchì e quelli dell'assassino di Musy, colui che quella mattina gli sparò in via Barbaroux.

Secondo Furlan, Furchì è infatti persona violenta, intelligente e sgangherata e questi aspetti si ritroverebbero proprio nell'omicidio oggetto del processo. Da un lato è stato compiuto un attentato "come neanche i migliori agenti segreti avrebbero fatto" e dall'altro invece ha attirato maldestramente l'attenzione camminando per il centro di Torino con un casco nero in testa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Musy, in aula parla il pm: "Furchì è l'unico possibile colpevole"

TorinoToday è in caricamento