menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il fotografo torinese Stefano Gnech vince a Roma gli Italian Portrait Awards

La foto ha fatto il giro del pianeta e ha cristallizzato un momento storico del Mondiale in Brasile

L’immagine è quella di un anziano tifoso brasiliano che, in lacrime, stringe a sé la coppa del mondiale. Una foto che ha fatto il giro del pianeta e che ha cristallizzato un momento storico del Mondiale di due anni fa: la sconfitta per 1-7 del Brasile con la Germania, l’addio ai sogni di gloria di un popolo calcisticamente orgoglioso e appassionato. Una foto che è stata scattata dal reporter torinese Stefano Gnech e che lunedì sera a Roma è stata premiata come momento culmine degli Italian Sportraits Awards, la manifestazione che celebra gli sportivi dell’anno sulla base delle votazioni di una giuria di esperti affiancata da una platea di studenti e dalle segnalazioni via web.

La somma delle preferenze ha prodotto un successo importante (con circa il 54% dei voti) per Gnech, 40 anni, titolare dell’agenzia Domus Images, inviato al seguito di grandi eventi sportivi e in particolare calcistici, capace nell’occasione -  due anni fa a Belo Horizonte - di catturare un momento storico. Gnech sul palco del Teatro Centrale di Roma ha raccontato la storia di quella fotografia e di Clovis Acosta Fernandes, il protagonista, morto un anno dopo la debacle brasiliana, un tifoso che era popolarissimo in Brasile.

Sono affezionato a questa foto - ha detto Gnech - non solo perché ha vinto questo premio e perché fu pubblicata sulla prima pagina della Gazzetta dello Sport, ma soprattutto per i ricordi che mi suscita, quell’entusiasmo dei brasiliani spento dallo strapotere della Germania in un’atmosfera magica e surreale al tempo stesso. L’italia come sappiamo fu eliminata ben presto, ma io rimasi in Brasile e fu un’esperienza fantastica”.

stefano gnech-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento