Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Relax e salute: cresce il numero di torinesi che scelgono le terme

Osservatorio Sanità UniSalute: negli ultimi anni il 33% dei torinesi è stato almeno una volta alle terme. Non solo per relax: più di 1 torinese su 4 le sceglie per i benefici sulla salute.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Ai torinesi piacciono le terme. Negli ultimi tre anni infatti un torinese su tre (33%) si è recato almeno una volta presso una struttura termale. A gradire questa destinazione sono soprattutto le i torinesi nella fascia d'età tra i 35 e i 44 anni (58%).

E' quanto rileva la nuova ricerca1 dell'Osservatorio Sanità2 di UniSalute, la compagnia del Gruppo Unipol specializzata in assistenza sanitaria, che ha indagato il rapporto tra i cittadini del capoluogo piemontese e strutture termali.

Dati che confermano il trend nazionale rilevato da Unioncamere3: nel 2012 la quota di italiani che hanno scelto destinazioni termali è salita al 6%, dal 5% del 2010-2011.

Ma cosa spinge i torinesi a prendere in considerazione le terme? Se per il 60% sono il luogo ideale per rilassarsi e ritemprare corpo e spirito, per più di un torinese su quattro (27%) vi si reca o vi si recherebbe per i benefici alla propria salute: sono davvero molte le patologie croniche o infiammatorie infatti che possono essere lenite, curate o prevenute dalle acque termali.

Il 40% degli intervistati da UniSalute sotto la Mole ha dichiarato di essersi è basato sul passaparola di parenti e amici per la struttura da scegliere mentre il 38% si è informato per proprio conto. Solo il 9% ha chiesto informazioni al proprio medico mentre il 5% ha cercato un'offerta sul web.

Chi non è andato alle terme invece, si è visto costretto a dire di no principalmente per motivi economici: il 27% dei torinesi ha infatti rinunciato per via dei costi, forse anche a causa delle crisi che costringe molti italiani a tagliare molte spese, tra cui anche quelle per la salute.

Questa crescente richiesta di benessere potrebbe essere intercettata da operatori capaci non solo di organizzare la domanda, ma anche di offrire consulenza nella scelta della struttura più adatta e soluzioni su misura per tutte le esigenze.

UniSalute, da sempre vicina alle richieste di salute e di benessere dei propri clienti, promuove già da tempo iniziative per l'utilizzo delle strutture termali con pacchetti ad hoc, conciliando qualità delle prestazioni e costi contenuti.

1 Indagine CAWI condotta dall'istituto di ricerca Nextplora nel 2014 su di un campione rappresentativo della popolazione italiana per quote d'età (over 30), sesso ed area geografica.

2 L'Osservatorio Sanità di UniSalute, avviato nel 2002 con l'obiettivo di monitorare il mondo della sanità integrativa, si occupa oggi anche della percezione degli italiani su temi quali prevenzione, fiducia, competenza, conoscenza dei servizi sanitari pubblici e privati, oltre che sul ruolo del welfare sanitario in azienda.

3Rapporto "Impresa Turismo 2013" realizzato da Unioncamere - Camere di Commercio d'Italia

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Relax e salute: cresce il numero di torinesi che scelgono le terme

TorinoToday è in caricamento